Torna alla prima pagina
Interviste

Bertolaso già al lavoro in Lombardia e rilancia: “Tutti vaccinati entro giugno”.

Attivate le procedure anche per il richiamo degli operatori della prima fase, cui potrebbero aggiungersi personale scolastico, della giustizia e del trasporto pubblico locale.

Fabrizio Gagliardi
Attualità · 4 febbraio 2021 · 1 min di lettura

Guido Bertolaso rilancia. Ha ufficialmente ricominciato la sua collaborazione, pro bono, con la Regione Lombardia, tesa ad organizzare la campagna vaccinale e afferma: “Sarà la più importante operazione di Protezione Civile mai realizzata in Italia. Sono un funzionario dello Stato e quindi darò tutta la mia vita per contribuire a risolvere i problemi del mio adorato Paese”.

Proprio in virtù delle difficoltà, registrate negli ultimi giorni, di una campagna vaccinale sempre più a macchia di leopardo, la Lombardia ha scelto di affidarsi nuovamente alle mani esperte dell’ex Capo della Protezione Civile, che ha detto rassicurante “qui in Lombardia possibile tutti vaccinati entro giugno”. Una dichiarazione non destinata a rimanere lettera morta ma volta a lanciare la Lombardia in una campagna vaccinale che punta a riportare i ritmi (lavorativi, produttivi e sociali) ai periodi pre-Covid. Non a caso, fra i tanti nomi proposti e in lizza per la guida della stessa campagna vaccinale, è stato scelto nuovamente proprio Bertolaso, un’autentica garanzia e un personaggio sicuramente apprezzato da tutti.

L’ex Capo della Protezione Civile ha affermato che la vaccinazione per gli over 80 inizierà molto presto, prima del previsto, e cioè intorno al 24 febbraio e non più tra il 25 e il 26 marzo, come era stato indicato in precedenza. La Vicepresidente Moratti, nel frattempo, ha dato conferme per quello che riguarda i vaccini, dichiarando che “verranno somministrate anche dosi del vaccino di AstraZeneca”.

A stretto giro, invece, intorno al 10 di febbraio, dovrebbe iniziare la fase 1-bis, ovvero quella che vede coinvolti gli operatori sanitari, i farmacisti e le forze dell’ordine: un’operazione che, complessivamente, riguarderà 107.425 persone. A queste categorie, come trapelato nelle ultime ore, potrebbero aggiungersi i docenti e il personale scolastico, gli addetti alla giustizia e il personale del trasporto pubblico locale. Una scelta sicuramente volta a far rimettere in moto tutte le attività in sicurezza.

Unisciti alla nostra newsletter

Ricevi in anteprima aggiornamenti ed analisi esclusive dallo staff di PoliticaLab.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Il governo Draghi l'ennesima sconfitta della classe politica

Si profila il quarto governo tecnico della storia Italiana, se tutti ci auguriamo che “Whatever it takes” venga fatto per salvare il paese, la politica italiana deve sicuramente cambiare passo.

Politica Interna
3 febbraio 2021 · 3 min di lettura

Russia, Navalnyj condannato a tre anni e mezzo

Il tribunale russo tribunale distrettuale Simonovsky, riunitosi a Mosca, ha condannato il famoso dissidente Aleksej Navalnyj a due anni e otto mesi di carcere

Esteri
3 febbraio 2021 · 1 min di lettura
PoliticaLab utilizza cookies 🍪. Per saperne di più, consulta la  Privacy Policy.
© 2021 PoliticaLab. Chi Siamo. Privacy Policy. Contatti: email ti.balacitilop@ofni, telefono 3438969570.
Collegamento a $https://instagram.com/politicalab_itCollegamento a $https://twitter.com/PoliticaLab_itCollegamento a $https://www.linkedin.com/company/politicalab/